Yoga Terza Età

YOGA TERZA ETÀ
22bd9adc724b5468e651c640f9c2e1e6-300x226-1 Yoga Terza Età

Quando si tratta di Yoga, non è mai troppo tardi per iniziare a praticare (né troppo presto!). Ora si ha anche più tempo da dedicare a se stessi, al proprio benessere.

La pratica dello Yoga  richiede pazienza, rispetto del proprio limite, avanzamento per gradi, tutte caratteristiche che sono proprie di questa fase della vita. Infatti lo Yoga gioca un ruolo decisivo nella prevenzione della salute dell’intero organismo poiché stimola le sue risorse endogene.

L’educazione alla corretta respirazione, basilare nella pratica yoghica, va a beneficio di tutti i sistemi neurofisiologici e viene scientificamente prescritta per prevenire patologie cardiovascolari, o mentali, causate da stress, nonché malattie autoimmuni quali l’artrite reumatoide, problemi digestivi e altri ancora.

Le tecniche dello Yoga potenziano lo sviluppo dell’attenzione e della percezione, aiutando a mantenere le proprie facoltà mentali, stimolando la vigilanza e la consapevolezza di sè.

Infine la lezione di Yoga può rappresentare l’occasione per parlare, scambiarsi idee e visioni del mondo e della vita, stimolanti e utili, e coltivare uno stile di vita sano che abbraccia l’alimentazione quanto la cura di disturbi comuni quali il sonno e l’ansia.

Contrariamente a quanto ci è stato detto in passato oggi alcuni studi effettuati su yogi e yoghine dimostrano che lo Yoga, tra i suoi tanti benefici, promuove anche un aumento nella concentrazione e nella consapevolezza del SÈ.